<!-- --><style type="text/css">@import url(https://www.blogger.com/static/v1/v-css/navbar/3334278262-classic.css); div.b-mobile {display:none;} </style> </head><body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d16069060\x26blogName\x3dThe+Rocksuckers\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLACK\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://therocksuckers.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://therocksuckers.blogspot.com/\x26vt\x3d-179278123848654365', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script> <body>

martedì, maggio 20, 2008
Dimenticarsi gli Impermeabili – Conte live in Milano 080520


La tanto immaginata pioggia di maggio, quella che ti inzuppa il midollo spinale e che punisce quando l’abbigliamento è certo inadeguato, è arrivata. E con essa Paolo Conte. Già, Conte: l’ho inseguito per anni, metabolizzandolo fino alla nausea: le stesse canzoni sempre uguali e sempre diverse ad ogni ascolto. Ed ora è qui con il suo esotismo al bagnet verd a riscaldare un lunedì milanese ed umidiccio di contiana memoria. Come fare un report di un suo live? Impossibile. Poesia in musica che puoi bere e puoi mangiare come ad una merenda sinoira, ma che allo stesso tempo è tanto elegante da risultare trascendentale. Questo è per me Paolo Conte. Meglio concentrarci sui gesti, allora. Gesti che accompagnano un’esecuzione impeccabile, come quelle mani affusolate che prima sfregano il madido baffo e poi si librano a dirigerere le danze. Ma non alla maniera del direttore d’orchestra, piuttosto come un artista farebbe con la sua tavolozza di acquerelli, creando con toni tenui dalle sfumature da interpretare. E’ il pittore Conte che mi impressiona, quello che s’immerge in un universo di eleganza, silenziosamente armonica ed essenziale. Il gesto nel non proferire parola che non sia necessaria, il gesto nel sornionamente cercare l’applauso come farebbe un rispettabilissimo di Chicago. Per il resto è solo emozione, difficile da afferrare. “… forse un giorno meglio mi spiegherò

Se avete anche solo un briciolo di amore per la musica, cercate di non perdervi le prossime date di Paolo Conte in giro per il mondo, come quella di Montalcino il 23 Agosto, nel cuore della piana tutelata dall’Unesco.

Ascolta: Gli impermeabili

Etichette:

posted by The Rocksuckers at 2:28 PM

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Torna alla Home

WHO WE ARE



FEATURING
  • Dr. Gonzo
  • Ste
  • Cornholio
  • Davidato

CATEGORIES

Reviews
Live reports
Video
Approdondimenti
Sondaggi
Favourite covers
Podcast
Nerd world
Hot
Segnalazioni
Miscellaneous
nostalgia
New trends
That's life

ARCHIVES



BIGLIETTI CONCERTI

SUGGESTED LINKS


BLOGS WE LIKE





TWITTER



OUR BLIP.FM


RS ON FB


PODCAST

Image Hosted by ImageShack.us


FLICKR

www.flickr.com
This is a Flickr badge showing public photos from therocksuckers. Make your own badge here.


HYPE MACHINE

Hype Machine Music Widget MP3 Blogs