<!-- --><style type="text/css">@import url(https://www.blogger.com/static/v1/v-css/navbar/3334278262-classic.css); div.b-mobile {display:none;} </style> </head><body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d16069060\x26blogName\x3dThe+Rocksuckers\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLACK\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://therocksuckers.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://therocksuckers.blogspot.com/\x26vt\x3d-179278123848654365', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script> <body>

lunedì, ottobre 20, 2008
Sito Moresco 2006 - Gaja


Ci sembra davvero doveroso celebrare con un post il vino bevuto sabato sera, durante una cena pantagruelica alla Taverna dell'Orco Bacco
Stiamo parlando di un nebbiolo delle Langhe, nella fattispecie il Sito Moresco, annata 2006. All'olfatto è potente, elegante. Per dare il meglio di sè deve essere stappato qualche ora prima ed essere rigorosamente servito a temperatura ambiente. Al palato è persistente, con forti note di frutti rossi e viole, poco tannico. Per essere una "ricaduta" fa il culo come un paiolo a tanti vini primedonne del cazzo. Il prezzo (36€) è ragionevole se considerato l'insieme, ovvero la produzione di sua santità Angelo Gaja... però sono sempre 72mila lire per una bottiglia di vino! 
Se volete provarlo, l'abbinamento consigliato è con primi piatti della tradizione piemontese, carni rosse, cacciagione. 

Voto al vino: 8/9
Voto al locale: 9+

Etichette: ,

posted by The Rocksuckers at 1:18 PM

3 Comments:

Anonymous gherson said...

speriamo però che questo genere di esperimenti rimanga confinato nelle cantine di professionisti quali Angelo Gaja. il Piemonte è terra di grandi nebbioli; il taglio con merlot e cabernet sauvignon (come in questo caso) può generare dei piccoli mostri, vedi il tanto citato Uvaggio.
lunga vita alla vite, purchè autoctona!

5:02 PM 
Blogger cornholio said...

"fa il culo come un paiolo a tanti vini primedonne del cazzo" nel bel mezzo di una recensione così seria! Mi piace. Troppo rock! :)

5:31 PM 
Blogger Ste~ said...

Cornholio mi ha tolto le parole di bocca! :P
Più che altro mi è venuta sete...

6:18 PM 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Torna alla Home

WHO WE ARE



FEATURING
  • Dr. Gonzo
  • Ste
  • Cornholio
  • Davidato

CATEGORIES

Reviews
Live reports
Video
Approdondimenti
Sondaggi
Favourite covers
Podcast
Nerd world
Hot
Segnalazioni
Miscellaneous
nostalgia
New trends
That's life

ARCHIVES



BIGLIETTI CONCERTI

SUGGESTED LINKS


BLOGS WE LIKE





TWITTER



OUR BLIP.FM


RS ON FB


PODCAST

Image Hosted by ImageShack.us


FLICKR

www.flickr.com
This is a Flickr badge showing public photos from therocksuckers. Make your own badge here.


HYPE MACHINE

Hype Machine Music Widget MP3 Blogs